New York, energia senza fine

Visitare New York vuol dire entrare in uno sconfinato mondo in cui tutto sembra (e forse è) possibile. Per gli emigranti, la vista della Statua della libertà dalla Hudson River voleva dire qualcosa di molto più dell’arrivo a destinazione in una grande città: voleva dire ritrovare la speranza. Oggi la Statua della Libertà continua a troneggiare visitata giornalmente da migliaia di turisti.

Nel simpatico video proposto, potremo vedere come riuscire a girare New York in sole 24 ore (con tutti i limiti del caso).

Vedremo, così, l’illuminazione dei primi raggi solari al Ponte di Brooklyn mentre la gente comincia la sua giornata con un po’ di footing. Si continua per la diversità di China Town e dei tanti negozi dove poter vedere ogni aggeggio originale. Un buon panino a buon mercato presso Kat’s Deli in East Houston Street e via a rituffarsi nuovamente nella frizzante atmosfera newyorkese.

Ed ecco Manhattan, i suoi grattacieli storici e le caratteristiche carrozze della Quinta Strada, ed ecco l’enorme Central Park, vero e proprio polmone verde della città in cui fare di tutto: corsa, bicicletta, acrobazie su skate e rollerblade…o semplicemente godersi una lunghissima passeggiata vicino ai laghi.

Imperdibile il Moma (Museum of Modern Art) con tutte le sue stranezze e le opere d’arte pura come i quadri di Van Gogh. In serata, basterà immergersi ovunque tra una miriade di locali a disposizione, ed una visita d’obbligo alle mille luci di Times Square.

Dall’alto, si può vedere come la vita di New York non si interrompe mai, senza fine fino all’alba, dove, ancora una volta, tutto ricomincia senza mai finire.

 

Rispondi