Barcellona, l’incredibile è servito (Spagna)

Di Barcellona è stato detto già tutto: poche righe non bastano per dare anche solo l’idea della magnificenza in cui ci si troverà immersi una volta arrivati in questa incredibile città spagnola.

Barcellona ha un unico difetto per chi la visita: il rischio che, vista questa città, nessun’altra possa piacervi di più.

L’opera dell’architetto Antoni Gaudì a cavallo tra Ottocento e Novecento ha mutato per sempre la sua fisionomia rendendola un luogo unico per i suoi monumenti e palazzi e per l’atmosfera quasi surreale che sono in grado di trasmettere. Nessuna parola può bastare per descrivere la straordinaria bellezza della Sagrada Familia, la cui enormità è tutt’ora incompiuta. Le forme incredibili di Casa Milà, Casa Batllò, Casa Vicens. Nessuna parola può essere degna per descrivere le sensazioni di cui il Parc Güell, concepito sempre dalle visioni di Gaudì, impregna l’anima.

Oltre che l’estasi architettonica, Barcellona è anche città viva e pulsante. Spiagge lunghe chilometri donano ogni estate spazio abbondante per tutti. I locali lungo la costa luccicano di bellezza e di originalità, come tutti quelli della zona della Ciutadella o de La Rambla, con vie pulsanti dal tramonto all’alba. I parchi – non solo il Güell, ma anche il Parc de la Ciutadella, ed altri ancora – sono incredibili, in grado di nascondere sorprese ad ogni angolo, palazzi, fontane, costruzioni surreali, laghi! Il Poble Espanyol è quartiere con ingresso a pagamento, ma merita in tutto e per tutto una lunga visita: ritroverete i più famosi monumenti e palazzi di Spagna tutti ricreati l’uno vicino all’altro. Il Castello del Montjuic vi regalerà pace, serenità e panorami inimmaginabili. Così come sontuosamente unica è la Fontana Magica, sempre nei pressi del Montjuic.

Il video proposto è un estratto del successo cinematografico del film “Vicky, Cristina, Barcelona” di Woody Allen. Tuttavia c’è solo un modo per comprendere appieno l’atmosfera di Barcellona e la sensazione di trovarsi in un luogo davvero unico al mondo: visitarla.

Rispondi